Di tutto un po'

Racconti e poesie del sig. Carmelo Civilla

05/12/2022

Una raccolta di poesie profonde ed emozionanti, intervallate a tratti da qualche barzelletta. È Di tutto un po’ il libro di Carmelo Civilla, assistito nel suo domicilio dal Centro di Cure Palliative “Insieme nella cura” della Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico e dell’Associazione Alberto Sordi.

Racconti di vita, una poesia dedicata ad Albertina, il suo unico grande amore, i versi per tutte le donne e quelli per le maestre sono solo alcune delle poesie lette giovedì 1 dicembre, presso l’Associazione Alberto Sordi, alla presenza degli anziani del Centro Diurno e di amici del sig. Carmelo, che non hanno nascosto qualche lacrima durante la lettura delle poesie, caratterizzate da profondità anche negli argomenti più classici, come nei versi centrali della poesia dedicata al Natale:

“Auguri a tutto il mondo
soprattutto a chi sta male.
L’augurio di noi tutti
anche quello che un po’ tace
è di avere in questo mondo
un tantino più di pace.
A pensarci sembra un sogno
sembra non ci sia bisogno
mentre poi a pensarci bene
questo mondo ci appartiene”.

Il sig. Civilla ha raccontato cosa lo ha spinto a rendere pubbliche le sue poesie e il riuscire a condividerle è stato per lui la realizzazione di un sogno. Di tutto un po’ raccoglie solo una parte degli elaborati del sig. Carmelo, selezionati con il supporto dei suoi infermieri, dott. Andrea Mariniello e dott.ssa Deborah Lorenzin del Centro di cure Palliative e della dott.ssa Bianca Di Francesco, psicologa dell’Associazione Alberto Sordi.

Questo pomeriggio è stato la dimostrazione che “Insieme nella cura” è possibile: non basta prendersi cura del fisico della persona, ma tutti insieme possiamo contribuire a realizzare i piccoli sogni nel cassetto di ognuno dei nostri pazienti.

Questo sito utilizza i cookie per offrirti il miglior servizio possibile. Utilizzando il nostro sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire