12998 - it

Femtolaser: il futuro della chirurgia della cataratta

04/06/2019

Rimuovere la cataratta con il nuovo laser a femtosecondi

La cataratta è un processo di graduale e progressiva perdita di trasparenza del cristallino, parte dell’occhio che permette la messa a fuoco. Può colpire uno o entrambi gli occhi e si verifica quando si ha una visione offuscata, si ha fastidio con l’esposizione alla luce solare e la vista peggiora nelle ore notturne. La cataratta colpisce in egual misura il sesso maschile e il sesso femminile. Si calcola che a soffrirne sia più di un quarto della popolazione con oltre 70 anni e tutti coloro che hanno superato gli 80 anni.

La chirurgia della cataratta diventa più precisa e più sicura grazie all’utilizzo del femtolaser.
Il laser a femtosecondi (Femtosecond laser-assisted cataract surgery, FLACS) è un laser a infrarossi che lavora producendo fotodistruzione di tessuti trasparenti come la cornea o il cristallino. La caratteristica principale del femtolaser è quella di essere ultrarapido: la durata di un impulso è di 0,000000000000001 secondi. Ridurre la durata dell’impulso significa ridurre il danno collaterale ai tessuti e, quindi, incrementare la precisione delle incisioni. Questo rende il laser a femtosecondi uno strumento principe nella chirurgia dell’occhio che necessita di una precisione assoluta.

Le caratteristiche del femtolaser

Nella chirurgia della cataratta, il femtolaser permette di eseguire i tagli necessari sui tessuti oculari con una precisione che non può essere garantita dalla mano dell’uomo. Inoltre, il lavoro del laser sull’occhio avviene in maniera automatizzata tramite una console che permette al chirurgo di progettare prima la posizione dei tagli sul cristallino e sulla cornea e di adattarli al singolo paziente.
Di conseguenza, il laser a femtosecondi consente un'accuratezza e ripetibilità prima non disponibili nella chirurgia della cataratta.

In particolare, il laser permette una perfetta esecuzione della fase più difficile della chirurgia della cataratta: la capsuloressi anteriore. La capsuloressi consiste nel creare un’apertura il più rotonda e centrata possibile nella capsula anteriore del cristallino. La capsula è un tessuto sottilissimo e fragile con uno spessore di circa 10 micrometri (milionesimi di metro). È dimostrato che le capsuloressi anteriori eseguite dal laser siano il doppio più resistenti e 5 volte più precise nella forma rispetto alle capsuloressi eseguite manualmente.

Cataratta: un intervento più sicuro e più preciso

La creazione di una capsuloressi perfettamente rotondeggiante e centrata mediante femtolaser rappresenta un indescrivibile progresso nella chirurgia della cataratta. Questo permette anche un precisissimo centramento della lente intraoculare impiantata alla fine dell’intervento chirurgico per sostituire il cristallino naturale, ormai rimosso. Oltre a una perfetta capsuloressi, il laser a femtosecondi permette la creazione di millimetriche incisioni corneali con relativo aumento della sicurezza e riduzione dell’astigmatismo indotto.

Il femtolaser produce la frammentazione del nucleo del cristallino, semplificandone la rimozione. Il laser a femtosecondi permette anche di effettuare incisioni corneali che riducono l’astigmatismo e quindi la necessità di utilizzare occhiali nel postoperatorio.

L’intervento con il femtolaser che si effettua presso l’Unità Operativa Complessa di Oftalmologia del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico permette di personalizzare l’intervento di cataratta e di eseguire con ineguagliabile precisione i passaggi cruciali della chirurgia della cataratta, migliorandone la riuscita.
Nei prossimi anni il femtolaser e le sue evoluzioni sostituiranno completamente le attuali procedure di facoemulsificazione utilizzate per l’intervento della cataratta.

Consiglio dell’esperto

Il femtolaser rappresenta una straordinaria rivoluzione nelle tecniche di rimozione della cataratta e presenta indiscutibili caratteristiche di affidabilità, efficienza e sicurezza.

Per informazioni e prenotazioni

Chi necessita di un intervento per la cataratta può prenotare una visita oftalmologica tramite il Servizio Sanitario Nazionale, tramite la tariffa agevolata My-Hospital oppure in Intramoenia (a pagamento o mediante assicurazione). La prenotazione può essere fatta contattando il numero dedicato: +39 06 22541 8893 o inviando un’e-mail.

Questo sito utilizza i cookie per offrirti il miglior servizio possibile. Utilizzando il nostro sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire