13265 - it

Ginocchio: pezzi di ricambio su misura

04/07/2019

Il ginocchio funziona bene quando muscoli e tendini lavorano in armonia

Il ginocchio è l’articolazione che sostiene il peso del corpo, in esso si incontrano le ossa della parte superiore e della parte inferiore della gamba. Tenute insieme dai legamenti – fasce di tessuto resistente ed elastico – le ossa non fanno attrito l’una contro l’altra perché rivestite dalla cartilagine, un tessuto protettivo che ne diminuisce gli attriti. Oltre alla cartilagine, anche i menischi hanno la funzione di prevenire traumi e usura perché funzionano come cuscinetti ammortizzatori, facilitando i movimenti e proteggendo l'intero ginocchio.

La buona funzionalità del ginocchio è garantita dai muscoli e dai tendini. I muscoli rappresentano una vera e propria struttura di sostegno. Se sono deboli, si rischia di avere prima o poi disturbi al ginocchio. I tendini tengono uniti i muscoli alle ossa e contribuiscono a stabilizzare l’articolazione.
I problemi del ginocchio sono diffusi e possono interessare soggetti di qualsiasi età. Obesità, diabete e carenza di vitamina D favoriscono l’insorgenza dell’artrosi.

La prevenzione di tale patologia può avvenire attraverso il controllo del peso che evita, nel lungo termine, che la cartilagine si sfaldi. Inoltre, consumare frutta e verdura contenenti magnesio e limitare il consumo di proteine potrebbe essere utile a ridurre l’artrosi.
Se l’artrosi è già presente, mantenere un peso non eccessivo riduce al minimo gli attriti articolari e, quindi, il dolore a essi connesso.
Grazie a un’alimentazione corretta è possibile apportare all’organismo una giusta dose di calcio e fosforo che concorrono a mantenere uno scheletro sano e che partecipano al rimodellamento osseo.

L’artrosi non è tuttavia l’unica malattia che può colpire il ginocchio. È pertanto necessario intraprendere, sotto il controllo specialistico, un percorso diagnostico-terapeutico condiviso tra medico e paziente. La definizione di una corretta diagnosi da parte dell’ortopedico è il primo necessario passo per assegnare il paziente al migliore trattamento.

Se il ginocchio fa male

Il ginocchio può causare dolore. Nell’uomo le patologie del ginocchio sono legate soprattutto a eventi traumatici o degenerativi a seguito di attività fisiche faticose che forzano il ginocchio oltre il suo movimento usuale. Nella donna il problema è spesso legato a squilibri o debolezze muscolari e a fenomeni di artrosi da collegare al periodo successivo alla menopausa. La menopausa, con la scomparsa degli estrogeni, ha un ruolo critico nello scatenare l’artrosi. Nei primi due anni dopo la menopausa, una donna su quattro ha un’artrosi molto aggressiva e dolorosa, che interessa proprio le grandi articolazioni, come quella del ginocchio.

Le lesioni possono essere anche progressive, causate cioè da un normale logorio dovuto all’età o da danni che insorgono lentamente con il passare del tempo.
Le problematiche più comuni sono: l’usura a carico del menisco e l’infiammazione della cartilagine che genera l’artrosi.
Per sistemare il menisco, a volte si parla di artroscopia di pulizia. Questo tipo di intervento è mini-invasivo ma dare una “limata” al menisco può non risolvere il problema.

Un trattamento specifico per l’artrosi

L’Unità Operativa Semplice di Chirurgia dell’Arto Superiore e dell’Arto Inferiore dispone di strumenti in grado di risolvere le lesioni dovute all’artrosi se diagnosticate sul nascere.
In tal caso, è infatti possibile impiantare una protesi mini-invasiva per sostituire solo le porzioni rovinate e risparmiare le strutture sane come i legamenti, i menischi, la cartilagine sana. Tale tecnica permette un recupero dell’arto in tempi molto brevi e, soprattutto, un movimento molto vicino a quello naturale, così da garantire un’attività sportiva regolare.

Quando la situazione del ginocchio è a uno stadio così tanto avanzato da determinarne una deformazione, presso il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico, è possibile risolvere il problema con una metodica molto precisa: si può infatti posizionare protesi precedentemente progettate sulla tac del ginocchio del paziente.
Questa tecnologia permette un movimento molto vicino al normale e una riabilitazione molto rapida. I pazienti che ricevono questo tipo d’interventi camminano con le stampelle il giorno stesso o il giorno dopo l’intervento.

Consiglio dell’esperto

Appena si avvertono dolori, è opportuno rivolgersi a uno specialista per evitare che un danno lieve degeneri in un problema di entità più grande.

Per informazioni

Per informazioni è possibile inviare un'e-mail

Questo sito utilizza i cookie per offrirti il miglior servizio possibile. Utilizzando il nostro sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire