Salute globale: incontro con gli ambasciatori

L'evento al Circolo degli Esteri

20/02/2020

In un momento storico di grandi migrazioni come quello attuale, il Policlinico Universitario Campus Bio-Medico e la sua Università sono sempre più attenti al concetto di internazionalizzazione. Il Policlinico segue i pazienti provenienti da altre nazioni, con personale medico, infermieristico e amministrativo che parla diverse lingue e che mette a disposizione degli stranieri la stessa cura, professionalità ed empatia che rivolge ai pazienti italiani. L'Ateneo è internazionale, sul piano della formazione, grazie al nuovo corso di Medicine & Surgery, che risponde alle esigenze di una medicina globale.

Nell'ambito della collaborazione tra Policlinico Universitario Campus Bio-Medico e Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale avviata lo scorso ottobre, il 18 febbraio si è svolto il convegno ‘Health and Diplomacy': una riflessione sul tema della salute globale e sul rapporto tra diplomazia e salute. Presente all'incontro, l'amb. Elisabetta Belloni ha affermato l'importanza del coordinamento tra i vari Paesi europei e del mondo e ha posto in rilievo il ruolo della diplomazia nel rendere efficace tale coordinamento.

La salute globale rappresenta oggi una sfida soprattutto in ambito cardiovascolare e oncologico, vista la prevalenza di queste patologie a livello mondiale e la mortalità a esse correlata, come hanno spiegato il prof. Francesco Grigioni, direttore dell'Unità di Cardiologia, il prof. Gian Paolo Ussia, reponsabile dell'Emodinamica e il prof. Giuseppe Tonini, direttore dell'Unità di Oncologia. Durante il convegno ha preso parola anche il prof. Vincenzo Denaro, primario emerito dell'Unità di Ortopedia e responsabile scientifico “Health and Diplomacy”, che ha messo in luce l'aumento della popolazione anziana e dei disturbi dell'apparato muscolo-scheletrico che impattano sulla qualità di vita degli anziani.

All'incontro hanno preso parte anche Paolo Sormani, direttore generale del Policlinico; Marta Risari, vice direttore del Policlinico; Massimo Maria Caneva, coordinatore del Programma “Health and Diplomacy” del Policlinico; Raffaele Calabrò, rettore del nostro Ateneo; Luigi Vignali, presidente del Circolo Affari Esteri MAECI e direttore generale per gli Italiani all'Estero e le Politiche Migratorie e l'ambasciatore Renato Varriale, direttore generale per le Risorse Umane e l'Innovazione del MAECI.

L'incontro al Circolo degli Affari Esteri - Galleria fotografica

Health and Diplomacy

Questo sito utilizza i cookie per offrirti il miglior servizio possibile. Utilizzando il nostro sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire