Un centro multidisciplinare per la calcolosi urinaria

Diagnosticare e trattare la calcolosi urinaria con tecniche endoscopiche all’avanguardia

13/09/2017

La calcolosi urinaria (o urolitiasi) è una delle tre cause più frequenti di ricovero urologico e nefrologico, rappresentando il 3-5% degli accessi al Pronto Soccorso. Se non trattata in maniera adeguata, e in alcuni casi tempestiva, può causare danno renale irreversibile al rene interessato, all’uretere o alla vescica.

Diversamente da quanto si possa pensare, si tratta di una patologia multidisciplinare in cui è importante che la figura dell’urologo sia sostenuta e completata da altre figure quali il nefrologo, l’endocrinologo, il radiologo e il nutrizionista.

Proprio concentrando in una stessa sede competenze, tecnologie e strumentario, lo Stone Center dell’UOC di Urologia del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico fornisce al paziente affetto da calcolosi urinaria la possibilità di una valutazione multidisciplinare, allo scopo di diagnosticare e trattare la calcolosi urinaria attraverso tecniche endoscopiche all’avanguardia, nonché suggerimenti e terapie mirate alla prevenzione della formazione di nuovi calcoli.

Oggi, la nuova frontiera nel trattamento è la litotrissia retrograda per via ureterorenoscopica (RIRS), intervento che al Policlinico Universitario si può effettuare sia privatamente sia in convenzione con il servizio sanitario nazionale. È invece necessario ricorrere alla nefrolitotrissia percutanea (PCNL) in caso di calcolosi a stampo o quando, per motivi anatomici, non è possibile percorrere l’uretere.

Per informazioni: tel. 06-225411489, urologia@unicampus.it.

Questo sito utilizza i cookie per offrirti il miglior servizio possibile. Utilizzando il nostro sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire