Opus Dei e Campus Bio-Medico

La presenza dell'Opus Dei all’interno della Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico

Il Policlinico nacque perché il beato Álvaro del Portillo, allora Prelato dell’Opus Dei, incoraggiò alcuni fedeli della Prelatura a far nascere a Roma un ospedale e un’università ispirate al messaggio di san Josemaría: vivere la fede e la carità cristiane in modo coerente e audace nelle occupazioni quotidiane e in particolare nel lavoro. Il sogno di don Álvaro di un lavoro realizzato con competenza e dedizione alla persona (in tutte le sue dimensioni, in particolare quando è fragile e malata) ispira la mission del Campus e i suoi intenti nell'ambito della didattica, della ricerca e dell'assistenza sanitaria.

Vi è, poi, un rapporto istituzionale, regolato da una convenzione tra l’Università Campus Bio-Medico di Roma e la Prelatura dell’Opus Dei, che con le attività di formazione dottrinale e spirituale supporta la mission della Fondazione, ne promuove l'identità cristiana e assiste spiritualmente chi vi lavora e lo desidera, anche attraverso i cappellani da essa nominati.

Inoltre, alcuni fedeli della Prelatura e cooperatori dell'Opus Dei, che sono medici, infermieri, personale tecnico-amministrativo, ecc., cercano di vivere in maniera coerente con il suo spirito. Anche tante altre persone, pur non essendo fedeli della Prelatura, si riconoscono in questo stile cristiano e nei suoi ideali. Questa presenza consiste prima di tutto nella testimonianza di vita e nella dedicazione che ciascuno offre a colleghi ed amici. Inoltre, in modo spontaneo e personale, ognuno può organizzare attività, incontri di approfondimento, momenti di preghiera, ecc. per far scoprire e aiutare a vivere questo spirito: amare Dio e gli altri nei propri impegni quotidiani, nei rapporti personali e nel lavoro.

L'Opus Dei ha il compito di ricordare che tutti i cristiani sono chiamati alla santità, cioè ad una vita pienamente ispirata dalla fede, in particolare nelle realtà ordinarie: gli affetti, lo studio, il lavoro, le cose piccole di tutti i giorni, che diventano grandi quando sono vissute con amore. Per aiutare a vivere questo ideale offre vari aiuti formativi per approfondire la propria fede (conferenze o corsi su questioni di fede), per migliorare la propria vita familiare e il proprio impegno professionale, per vivere un rapporto filiale e pieno di confidenza con Dio (meditazioni, ritiri mensili ed annuali, ecc.). Chi è interessato a conoscere meglio questo modo di vivere la fede e a ricevere questi aiuti formativi si può rivolgere a don Luca Brenna, che fa parte del consiglio della delegazione dell’Opus Dei per Roma e l’Italia centro-meridionale. In particolare si può richiedere un aiuto di orientamento spirituale personale per vivere questo spirito e questo messaggio di una vita cristiana in mezzo al mondo.

L’Opus Dei non entra nelle questioni professionali, tecniche, economiche, che ricadono totalmente (e laicamente) sotto la responsabilità delle autorità preposte e in ultima istanza, del Consiglio di Amministrazione, secondo quanto previsto nello Statuto della Fondazione.