Mako: il robot per la protesi ortopedica

Un braccio robotico per la protesi personalizzata di ginocchio e anca

La Fondazione Policlinico Universitario Campus Bio-Medico si è dotata di Mako®, un braccio robotico di ultima generazione che consente di effettuare interventi di artoprotesi di anca e di ginocchio – parziale e totale – con maggior precisione e accuratezza rispetto agli interventi effettuati con la chirurgia ortopedica classica, grazie a una progettazione della protesi che viene effettuata sul singolo soggetto. Attraverso le immagini della TC, lo specialista ortopedico realizza sul software un modello 3D della zona da operare e una protesi ad hoc che considera l'anatomia, i legamenti dell'articolazione e lo spessore della cartilagine della persona. In sala operatoria il chirurgo guida il braccio robotico con la possibilità di correggere e calibrare l'inserimento della protesi ed eliminando l'errore manuale.

La combinazione tre componenti: il braccio robot-assistito, un monitor per stabilire il corretto posizionamento delle protesi e un modulo guida che garantisce la corretta esecuzione della procedura fa della chirurgia protesica robotica una soluzione innovativa, efficace e mini-invasiva che permette di preservare l'osso e cartilagine e il miglior allineamento delle componenti protesiche, garantendo una maggior durata della protesi impiantata.

L'intervento effettuato con Mako® garantisce estrema precisione nel collocamento e nell'allineamento della protesi e riduzione di rischi di infezione, sanguinamento della ferita, dolore post-operatorio e tempi di ospedalizzazione. È indicato nei casi di artrosi, osteoartrosi e artrosi post-traumatica del ginocchio e nei casi di artrosi e fratture del collo del femore per l'intervento di protesi all'anca.

Per informazioni è possibile contattare l'Unità Operativa Complessa di Ortopedia e Traumatologia inviando un'e-mail a ortopedia@policlinicocampus.it.