Onde d'urto

La terapia per patologie ossee e muscolo-tendinee

Trattamenti disponibili

L'Unità Operativa Complessa di Riabilitazione è in grado di somministrare due tipologie di trattamento con onde d’urto, a seconda del tipo di litotritore utilizzato:

  • il litotritore con generatore piezoelettrico (con puntamento ecografico outline), indicato per i trattamenti sia ad alta energia sull'osso, sia a più bassa energia, eseguiti sui ‘tessuti molli' e in particolare sui tendini
  • il litotritore con applicatore defocalizzato generatore di onde d’urto radiali (o balistiche), indicato per il trattamento di tendini, muscoli, ulcere e cicatrici chirurgiche dolorose. Dotato di generatore pneumatico di dimensioni contenute e manovrabile manualmente, consente di ‘muoversi' su regioni anatomiche anche ampie, adattandosi alle diverse superfici corporee e trattando eventualmente anche tutti i punti dolorosi, compresi anche i cosiddetti trigger points, ovvero punti di particolare concentrazione del dolore.

Ad oggi vengono riconosciute le seguenti controindicazioni, distinte in assolute e relative.

Sono controindicazioni assolute:

  • la presenza di strutture delicate e sensibili, come encefalo, midollo spinale e gonadi nel campo focale
  • la presenza di patologie tumorali e di tromboflebiti nella sede di applicazione
  • la gravidanza
  • la presenza di organi cavi

Sono considerate controindicazioni relative:

  • la presenza di pace-maker o elettrostimolatori di diversa origine
  • la vicinanza di cartilagini ancora in fase di accrescimento;
  • le malattie o le alterazioni della coagulazione del sangue:

Per le controindicazioni relative, il medico valuterà per ogni singolo paziente l'idoneità o meno al trattamento, ed eventualmente anche il tipo di strumentazione da utilizzare.

Questo sito utilizza i cookie per offrirti il miglior servizio possibile. Utilizzando il nostro sito, acconsenti all'uso dei cookies. Per approfondire