Fibroscan - CAP

Elastografia epatica transiente

L'offerta diagnostica dell'Unità Operativa Complessa di Medicina Clinica ed Epatologia si è arricchita – negli ultimi anni – per la presenza di un Fibroscan® (Elastografia Epatica Transiente) di ultima generazione, strumento divenuto ormai indispensabile nel percorso diagnostico epatologico.

Il Fibroscan è un apparecchio elettronico con sonda a ultrasuoni montata su un sistema vibrante che offre la possibilità, nel giro di qualche minuto, di ottenere una stima dello stadio di fibrosi epatica, misurando la velocità di propagazione dell'onda elastica attraverso il fegato.

Lo strumento possiede inoltre un'applicazione che, in automatico, insieme al suddetto dato, offre una stima anche della quantità di grasso epatico (CAP-Controlled Attenuation Parameter) e ha pertanto un valore specifico aggiunto per il corretto inquadramento e follow-up di tutte le epatopatie croniche a eziologia metabolica (steatosi epatica -fegato grasso-, NAFLD\NASH).

Il Fibroscan viene erogato in regime di privato istituzionale o intramoenia. Non è a oggi previsto un rimborso per questa prestazione da parte del SSN. L'esame non determina alcun discomfort per il paziente, il quale deve solo avere l'accortezza di mantenere il digiuno nelle tre ore precedenti lo stesso. La disponibilità di due sonde dedicate (M e XL) permette di eseguire l'esame anche nei pazienti obesi.